Autrice ed Artista - Attrice e Regista Teatrale

Laila Scorcelletti

BIOGRAFIA

Insegnante elementare con preparazione specifica in problematiche delle tappe evolutive e della coppia genitoriale, cura la sua formazione musicale (pianoforte e percussioni popolari quali tamburello e castagnette) è direttrice di coro; fondatrice del gruppo artistico "Le Maghe" nel quale attualmente opera come autrice e regista di spettacoli teatrali; attrice; cantante; coreografa. Insegna danza del ventre.Costruisce e realizza progetti ed eventi all’interno di associazioni culturali e di collettivi artistici.

Scrive poesie, saggi, romanzi ( pubblicazioni: Abbasso la tv ed. Anicia 1998;
Roberto vince la guerra ed. Anicia 2005; Parole d’amore ed. Vela 2004; I cedri della Palestina 1° edizione Vela 2005; L’Araba Fenice ed. Fermenti 2007; La Principessa e il Cantastorie ed. Kairos 2013; I cedri della Palestina 2°edizione Il seme Bianco 2019).
 
Si esprime nell’arte grafica con opere realizzate a penna a biro nera e passamaneria, esposte in gallerie d’arte del Lazio, del Veneto, dell’Umbria, delle Marche, dell’Emilia Romagna e della Lombardia compresa la Biennale di Milano; è presente nei cataloghi, curati da Vittorio Sgarbi, L’arte della donne con la sua opera La Baccante; Premio Modigliani con l’opera La danza delle lacrime; Catalogo Mondadori Biennale Milano con l’opera Naufraga.

Ha collaborato in libri d’arte con Renato Mammucari e Vincenzo Sciamè .
Location

ROMA

Call me

+39 339 1797452

Email me

lailalaila59@hotmail.com

Il PREMIO MATERA conferito da SPOLETO ARTE

I miei prossimi eventi

SABATO 18 GENNAIO 2020

GALLERIA ARTE SEMPIONE

Corso Sempione 8/10 - ROMA


SEGUI QUESTO SPAZIO PER IL PROSSIMO AGGIORNAMENTO

Principali eventi trascorsi

 

 

 

I MIEI LIBRI

"Un libro nasce nella mente di chi lo scrive e vive nel cuore di chi lo legge"

 

I CEDRI DELLA PALESTINA

Il libro racconta le vicende dell'esodo palestinese puntando la telecamera narrativa sul vissuto della protagonista Hossneya. La storia, autentica anche se sapientemente romanzata, prende avvio nell'anno 1925 e si dipana, in un intreccio umano e storico, tra la Palestina e l'Italia, fino alla fine del 1949. Le varie vicissitudini, ora famigliari, ora internazionali, si manifestano attraverso una prosa semplice ed efficace, intercalata in modo originale da brevi dialoghi tra zia e nipote espressi in forma poetica.

la principessa e il cantastorie

Favola per adulti, la storia del cantastorie che, fra innumerevoli fatiche e ostacoli, conquista il cuore dell'amata, è la metafora della vita. L'azione e il tono sono con sapienza cadenzati dalla narrazione che scaturisce e che innerva di poesia lo spartito delle parole. Gli occhi del lettore sono presi dalla suggestione delle immagini che arricchiscono la vicenda di ombre e colori. Il riverbero sulla pagina rende, infine, l'avventura simile a una messa in scena che commuove e appassiona.

L'ARABA FENICE

Il volumetto, edito da Fermenti nel 2007, con la prefazione dello scrittore e filosofo Franco Campegiani, ha una struttura particolare. In esso sono raccolte soltanto 13 poesie che distillano la parola con il setaccio dell’essenziale semplicità; ciascuna di esse, oltre a essere introdotta da una tavola illustrata dalla stessa autrice e avente il medesimo titolo, è affiancata dalla traduzione in arabo curata dal professor Adnan Alì, docente di lingua araba, cultura islamica e storia del Medio Oriente.
Tutta l’opera è profondamente intrisa della simbologia dell’Araba Fenice capace di rinascere dalla propria cenere così come la scrittrice affida all’arte, in ogni sua forma, il ruolo di mediare i conflitti per la rinascita dell’armonia pacifica tra tutti i popoli, risorgendo dalle ceneri distruttive delle lunghe guerre.
La donna, con la sensualità della sua danza, assume, nel verso poetico, la magica vitalità che le consente di catturare gli occhi del Sultano fissi sul sacro ventre della maternità, grembo di nascite e viscerale antidoto ai conflitti carichi di morte.

ROBERTO VINCE LA GUERRA

Il volumetto, edito da Anicia nel 2005, si presenta come un libro operative per bambini ma pone inquietanti riflessioni al mondo degli adulti che sceglie per la vita dei più piccoli, continui scenari distruttivi come le guerre, la distruzione ecologica, l’immobilità ludica… Infatti questo racconto, solare e sognante, malgrado le tematiche che solleva, allerta, con una acuta simbologia, gli educatori che, a vario titolo, affiancano i bambini.
“ I bambini ci guardano” Questo è il messaggio semplice, e al tempo stesso profondo, del libricino.

PAROLE D'AMORE

La raccolta di poesie, edita da Ve.La. nel 2004 nella collana diretta da Vera Dani ed Emanuela Dell’Ali, costituisce la prima effettiva pubblicazione dell’autrice e presenta scritti che vanno dal 1976 al 2003.
L’opera, dedicata al marito, prematuramente scomparso nel 2002, è permeata appunto di parole d’amore riferite all’universo della natura e degli affetti.
La tematica della coppia, sempre presente in ogni opera della scrittrice, delinea qui un tratteggio fresco e limpido che si esprime nella profonda semplicità dei versi e nelle tavole illustrative, da lei stessa realizzate, con la penna a biro.
Le prefazioni del critico d’arte Renato Mammucari e della scrittrice Maria Lanciotti, introducono l’opera nel panorama culturale.

ABBASSO LA TV

Riflessioni su devianze e normalità di una follia condivisa. Il volume, edito da Anicia nel 1988, anche adottato al DAMS di Roma, risulta un lavoro valido e sempre di grande attualità poiché percorre le fasi della esperienza epocale della generazione degli attuali sessantenni che ha assistito all’introduzione della tv e, progressivamente, all’uso intensivo del video e alla conseguente modifica della dinamica delle relazioni e dello sviluppo psichico dell’individuo, intimamente influenzato dal rapporto con il video nell’arco temporale di tutta la vita, dalla culla alla senilità.
Le argomentazioni, estendibili a tutti gli strumenti della comunicazione virtuale, scaturiscono dal vivere quotidiano e da considerazioni di carattere antropologico, sociologico, psicodinamico. Il lavoro sollecita, quindi, a riflettere su una delle questioni piú brucianti del nostro tempo: il contrastato ma indispensabile dominio del “soggetto”, e dei suoi valori etici, sull’oggetto/strumento.
Il libro, poco dopo la sua pubblicazione, fu così commentato dal prof. Giovanni Bollea, fondatore e direttore dell’Istituto di Neuropsichiatria infantile dell’Università La Sapienza di Roma: “Probabilmente neppure l’autrice si rende conto dell’importanza di questo libro e della sua portata rivoluzionaria anche sul piano delle intuizioni psicologiche in esso contenute. Ritengo particolarmente importante il capitolo dedicato allo sviluppo dell’individuo nel quale il percorso psichico, e particolarmente l’aspetto del falso sé, viene correlato alla fruizione del video. Ho trovato delicato e toccante il capitolo dedicato all’innamoramento (…)”
Abbasso la tv è un invito, per tutti, all’impegno.

I MIEI QUADRI

NAUFRAGA - 55x75 - penna a biro - 2019 (opera esposta alla BIENNALE DI MILANO - International Art Meeting 2019, presentata da Vittorio Sgarbi ed inserita nel Catalogo della mostra - Editoriale Giorgio Mondadori9

ARCANGELO MICHELE - 24X30 - penna a biro - 2019

ARIEL - 24X30 - penna a biro - 2019

LA MADONNA DEL POZZO - 24X30 - penna a biro - 2019

LA BACCANTE - 24x30 - penna a biro - 2019 (in catalogo Edizioni Promoter Arte - L'arte delle donne - 2019) 

PENSIERO D'AMORE - 35X50 - penna a biro - 2003

L'AMMALIATRICE - 24X30 - penna a biro - 2018

L'ATTESA - 24X30 - penna a biro - 2003

PALESTINA - 24X30 - penna a biro - 2019

LUNATICA - 24X30 - penna a biro - 2019 

PROFETA - 24X30 - penna a biro - 2006

VENTRE - 24X30 - penna a biro - 2006

DALLA MAREA - 35X50 - penna a biro - 2003

LA PESCATA - 24X30 - penna a biro - 2018

LE VENEZIANE - 24X30 - penna a biro - 2008

MOON DANCING - 24x30 - penna a biro -2019

DANZA DELLE LACRIME - 24x30 - penna a biro - 2018 (Premio Modigliani 2019- in catalogo Edizioni Promoter Arte)

MANI - 24X30 - penna a biro - 2005

POPOLO - 24X30 - penna a biro - 2005

                         ESTATE - 30X24 - penna a biro - 2019

PAURA - 24x30 - penna a biro - 2018

COMPLICITA' - 24X30 - penna a biro - 2005

LA MIGRANTE - 24x30 - penna a biro - 2019

 

LA PRINCIPESSA E IL CANTASTORIE - 35x50 - penna a biro - 2005

LA DIGNITOSA - 24X30 - penna a biro - 2018

VESUVIO - 24X30 - penna a biro - 2019

LE MAGHE

Gruppo folcloristico ideato e coordinato da laila scorcelletti

canti popolari e danze coreografate
Repertorio di stornelli, serenate, canzoni di Roma, Napoli e delle altre regioni italiane.
Commedie musicali

COMPILA IL MODULO SOTTOSTANTE E CONTATTA IL GRUPPO PER ORGANIZZARE EVENTI E MANIFESTAZIONI CULTURALI

Hai un'idea artistica?

Discutiamone insieme

© Copyright Laila Scorcelletti